Grazie ai flavonoidi e all’olio essenziale contenuto nelle sue foglie, la melissa aiuta a ritrovare la calma e moderare l’agitazione.

Chissà quante volte ti sarà capitato di imbatterti in questa pianta, senza magari nemmeno farci caso, passeggiando in luoghi incolti e soleggiati, magari in prossimità di ruderi o antichi borghi abbandonati. Si presenta con steli piuttosto lunghi, che nel periodo tra maggio e agosto recano piccoli fiori bianchi, e foglie ovali molto simili a quelle della menta. Queste ultime però hanno una particolarità che le rende uniche: quando vengono schiacciate o spezzate emanano un odore pungente e fortemente aromatico, che ricorda quello del limone2.

 

Il ruolo della melissa per il benessere

Le potenzialità curative delle foglie essiccate di M. officinalis, già note per il loro ampio utilizzo in medicina popolare, sono oggi documentate da numerosi studi e riconosciute a livello ufficiale3,4. I composti responsabili della loro efficacia sono principalmente i flavonoidi e l’olio essenziale in esse contenuti1,3–5.

I flavonoidi non sono solo importanti molecole antiossidanti6.

L’olio essenziale invece ha una buona affinità per alcuni recettori del sistema nervoso centrale, e legandosi a questi agisce come componente utile per favorire il rilassamento7.

L’effetto globale della melissa è dunque quello di una pianta medicinale calmante e ipnotica, ovvero che facilita l’addormentamento3,4,8. La sua somministrazione orale mitiga infatti i disturbi temporanei dovuti allo stress mentale, diminuendo l’agitazione e favorendo il sonno1.

Hai problemi di tensione e irritabilità? Fai fatica a dormire e ti risvegli a corto di energie, con un senso di stanchezza difficile da scrollarti di dosso? Rilassati: la melissa può aiutarti a ritrovare l’equilibrio nel tuo sonno e il benessere nella tua mente.

  1. Edwards, S. E. et al. Lemon Balm in Phytopharmacy: An Evidence-Based Guide to Herbal Medicinal Products (a c. di Edwards, S. E., Rocha, I. d., Williamson, E. M. and Heinrich, M.) 242–245 (2015).
  2. Acta Plantarum. Melissa officinalis L. – Scheda IPFI, Acta Plantarum. Consultabile a: https://www.actaplantarum.org/flora/flora_info.php?id=5050 (Ultimo accesso: 23 febbraio 2019).
  3. European Medicines Agency (EMA) – Committee on Herbal Medicinal Products (HMPC). Assessment report on Melissa officinalis L., folium. (2013).
  4. World Health Organization. Folium Melissae in WHO Monographs on selected medicinal plants – Volume 2 (a c. di World Health Organization) 180–187 (2002).
  5. Heinrich, M. et al. Lemon balm, Melissa officinalis L. (Melissae folium) in Fundamentals of Pharmacognosy and Phytotherapy (a c. di Elsevier Health Sciences) 242–243 (2012).
  6. Emamghoreishi, M. & Talebianpour, M. S. Antidepressant effect of Melissa officinalis in the forced swimming test. DARU J. Pharm. Sci. 17, 42–47 (2015).
  7. López, V. et al. Neuroprotective and neurological properties of Melissa officinalis. Neurochem. Res. 34, 1955–1961 (2009).
  8. Commission E. Lemon Balm – Melissae folium – Melissenbltter. The Commission E Monographs (1990). Consultabile a: http://cms.herbalgram.org/commissione/Monographs/Monograph0225.html.